Camera d commercio di Bolzano

Diritto di recesso

Cosa comporta il diritto di recesso?

Se un consumatore acquista un bene tramite uno shop online gli spetta il cosiddetto diritto di recesso. Ha quindi il diritto stabilito per legge di restituire al venditore la merce anche senza addurre una motivazione e di avere rimborsato il prezzo d’acquisto già pagato. Si tratta di un diritto irrinunciabile, ovvero il consumatore non può in nessun caso rinunciare preliminarmente a tale diritto.

Il cliente può testare e utilizzare la merce durante il periodo previsto per esercitare il diritto di recesso; è infatti consentito l’uso normale del bene. Il cliente risponde solamente in caso di una svalutazione eccessiva della merce.

Esempio: In caso di acquisto di scarpe da corsa è possibile utilizzare le stesse per la corsa quotidiana. Il cliente potrà rispedirle al venditore entro il termine previsto per legge, senza essere tenuto a indicare la rispettiva motivazione. Gli verrà rimborsato il prezzo di acquisto.

Le modalità da seguire per esercitare il diritto di recesso sono precise: se il consumatore intende far valere il suo diritto alla rispedizione della merce, egli dovrà comunicarlo al venditore entro 14 giorni di calendario dal ricevimento della merce stessa. Entro ulteriori 14 giorni l’acquirente dovrà quindi rispedire la merce. Le spese per la rispedizione sono a carico dell’acquirente, ma solo qualora ciò sia espressamente previsto dalle condizioni contrattuali.

Il venditore dovrà a sua volta rimborsare, entro 14 giorni dal ricevimento della comunicazione di recesso, l’intero prezzo d’acquisto. Se previsto espressamente dalle condizioni contrattuali il rimborso può attendere fino al ricevimento della merce o della prova che la merce è stata spedita.

Il consumatore deve essere informato dal venditore del proprio diritto di recesso, in modo esauriente e in forma scritta. Se l’informazione non viene data o viene comunque data in modo scorretto, il cliente avrà addirittura tempo 1 anno e 14 giorni per rispedire la merce.

Diritto di recesso

Solo in alcuni casi il consumatore non ha diritto di recesso:

  • per merci prodotte su misura o adattate palesemente alle esigenze personali del consumatore (ad esempio vestiti su misura)
  • per merci velocemente deperibili o in scadenza (ad esempio per frutta fresca)
  • per merci sigillate che per motivi di tutela di salute o igiene non si prestano alla restituzione e la cui sigillatura è stata tolta dopo la fornitura (ad esempio biancheria intima)
  • per riprese audio o video o software forniti in imballaggi sigillati, se la sigillatura è stata tolta dopo la fornitura (ad esempio DVD, CD)
  • per giornali, riviste o riviste illustrate
  • per servizi nel settore alberghiero (per scopi diversi da quelli abitativi), trasporto di merci, autonoleggi, catering, servizi collegati ad attività del tempo libero, se la prestazione è stata prenotata per una scadenza o un periodo specifico
  • per contenuti digitali
  • ...

Il consumatore ha a disposizione diverse forme di esercizio del suo diritto. Egli può utilizzare il modulo fornito dal venditore, oppure comunicare espressamente la propria volontà al venditore in qualsiasi altra forma. Importante è che la comunicazione dell’esercizio del diritto di recesso venga inviata entro 14 giorni dal ricevimento della merce, indipendentemente da quando il venditore riceva la comunicazione. Attenzione: il consumatore dovrà dimostrare in caso di dubbio di aver comunicato il suo recesso; la comunicazione dovrebbe pertanto essere fatta tramite PEC o con raccomandata A.R.

Un consiglio a imprenditori e imprenditrici: non dimenticate di informare in modo esauriente il consumatore del proprio diritto di recesso e di mettere a disposizione il rispettivo modulo per l’esercizio dello stesso!

Nascondi da menu: 
Testo destra: 

Contatto

E-Commerce

tel. 0471 945531
digital@camcom.bz.it