Camera d commercio di Bolzano
economia = futuro

Segreto industriale

Il "segreto industriale" è un ulteriore strumento di tutela delle attività intellettuali (creative e inventive) di un’impresa. Esso riguarda in particolare le informazioni aziendali e le esperienze tecnico-industriali, comprese quelle commerciali, a condizione che esse:

  • siano segrete, ovvero che non siano generalmente note (in tutto o in parte) o facilmente accessibili agli esperti ed agli operatori del settore;
  • abbiano valore commerciale in quanto segrete;
  • siano oggetto di misure atte a mantenere segreti per esempio, sulla base di accordi di confidenzialità, riservatezza o di non divulgazione di alcuni procedimenti industriali.

Tra queste tipologie di segreti rientrano, ad esempio, i volumi d’affari, i documenti aziendali, elenchi di clienti, fonti per acquisti e fornitori, strategie di mercato, documenti sulla solidità finanziaria, documenti di calcolo, domande di brevetto e altri progetti di ricerca e sviluppo, per mezzo dei quali si possono influenzare notevolmente i rapporti economici di un’impresa.

In Italia il segreto industriale è protetto dagli artt. 98 e 99 del Codice della Proprietà Industriale (D.lgs. 10/02/2005, n. 30). Il legittimo detentore di segreti aziendali ha il diritto di vietare ai terzi, salvo proprio consenso, di acquisire, rivelare a terzi od utilizzare, in modo abusivo, tali informazioni ed esperienze.

 

Vantaggi

  • non è richiesta la pubblicazione dell’invenzione, nonché la registrazione presso un Ufficio brevetti;
  • non sono previsti costi di registrazione; 
  • la tutela riconosciuta non è limitata nel tempo; 
  • il segreto industriale ha un effetto immediato.

 

Potenziali svantaggi

  • se è parte integrante di un prodotto innovativo, può essere riprogettato da potenziali concorrenti e utilizzato liberamente;
  • la protezione è efficace solo contro una impropria acquisizione, uso o rivelazione delle informazioni confidenziali; 
  • se viene illecitamente rivelato al pubblico, chiunque ne ottiene l’accesso è libero di utilizzarlo; 
  • la protezione accordata è notevolmente più debole rispetto alla tutela accordata dai brevetti; 
  • generalmente è difficile da tutelare e richiede l’adozione di particolari misure di sicurezza da parte dell’impresa (es. nei confronti di dipendenti e collaboratori); 
  • un segreto industriale di un’impresa può essere oggetto di brevetto da parte di una terza parte. Una volta ottenuto il brevetto, questa potrà sviluppare la stessa invenzione in modo autonomo e con mezzi legittimi.
Nascondi da menu: 
Testo destra: 

Contatto

Brevetti e marchi
tel. 0471 945514 -531
brevettimarchi@camcom.bz.it