Camera d commercio di Bolzano
economia = futuro

Cronotachigrafo

Il passaggio dal "disco" all'apparecchio digitale

I cronotachigrafi sono apparecchi di controllo destinati ad equipaggiare alcuni tipi di veicoli stradali. Indicano e registrano la velocità, le distanze ed i tempi di lavoro. L'utilizzo dei cronotachigrafi si basa sulle disposizioni del Regolamento CE n. 561/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 15 marzo 2006, pubblicato in data 11 aprile 2006 in GU dell'Unione Europea, il quale ha abrogato il vecchio Regolamento CEE n. 3820/85 del 20 dicembre 1985. 
Mentre fino al 2006 i dati sono stati registrati usando un disco cartaceo, i mezzi immatricolati dal 1 maggio 2006 in poi dovranno essere dotati di cronotachigrafo digitale.

Scarica il regolamento della Comunità Europea n. 561/2006 (PDF 417 KB)

Il cronotachigrafo digitale

Più sicurezza sulle strade, più garanzie per gli autotrasportatori, più efficienza per le imprese del settore e per le autorità di controllo. A questi obiettivi mira l'introduzione nell’Unione Europea e in Italia della tecnologia digitale per la gestione dei trasporti commerciali su strada. Cuore dell’innovazione è l’accoppiata di due strumenti tecnologicamente all’avanguardia: il cronotachigrafo digitale (ovvero lo strumento da installare sul mezzo di trasporto) e la cosiddetta carta tachigrafica ("smart card“), cioè una carta a microprocessore personalizzata, per le diverse tipologie di utenti.

Il nuovo apparecchio di controllo a funzionamento digitale sostituisce l’attuale strumento analogico. Permette agli organi di controllo di verificare, se i conducenti e le imprese di trasporto rispettino i tempi di guida e di sosta previsti dalla legge. Con l’introduzione di questo nuovo sistema viene aumentata sia la sicurezza nella circolazione dei mezzi su strada che le condizioni di lavoro degli autisti. Si aspira ad un’ampia armonizzazione delle regole inerenti ai tempi di guida e di sosta nonché dei controlli del traffico e delle imprese che operano nel settore dei trasporti su strada, supportando in tal modo la creazione di una concorrenza leale fra le ditte nell’ambito dei trasporti internazionali.

Il cronotachigrafo digitale è un contributo importante per aumentare la sicurezza dei dati rilevati e registrati nonché per contrastare possibili manipolazioni. 

Il controllo dei dati: collegato in maniera sicura ai sensori del veicolo, il cronotachigrafo digitale registra nella sua memoria i dati relativi all’uso del veicolo per il periodo di un anno. In particolare, vengono rilevati: l’identità del o dei conducenti, i tempi di guida e di riposo, le modalità di guida (singolarmente o in équipe). L’apparecchio registra inoltre i dati identificativi del veicolo (a vita), la distanza percorsa, le anomalie di funzionamento ed i guasti (per un anno), la velocità tenuta nelle ultime 24 ore di utilizzo del veicolo. Ogni tipo di carta tachigrafica ha una propria funzione ed un utilizzo specifico a seconda che appartenga al conducente, all’impresa, alle autorità di controllo o all’officina.

La rete TACHOnet

I 27 Stati membri dell’Unione Europea più Svizzera, Liechtenstein, Norvegia e Islanda – saranno interconnesse attraverso una rete europea – TESTA II – e potranno quindi scambiarsi in tempo reale tutte le informazioni relative ai soggetti detentori di carta tachigrafica. Una infrastruttura informatica – TACHOnet – consentirà di gestire i dati provenienti dai singoli stati membri.

Rilascio

Sono disponibili modulistica e procedura per il rilascio.

carta del conducente

Nascondi da menu: 
Testo destra: 

Contatto

Cronotachigrafo

tel. 0471 945 553
tacho@camcom.bz.it

Orario per il pubblico:
da lunedì a venerdì dalle ore 8.30 alle 12.15