Camera d commercio di Bolzano

Produzione piccole quantità

A) Indicazioni obbligatorie sull’etichetta secondo la legge sui preimballaggi (L. 690/1978, D.M. 27.02.1979, D.M. 05.08.1976)

Il simbolo “e”:

1) Il simbolo “e” deve corrispondere esattamente a quello indicato nell’allegato I del D.M. 05.08.1976;
2) Il simbolo “e” non deve alterare le caratteristiche dell’imballaggio e quelle del prodotto confezionato;
3) Il simbolo “e” deve avere una altezza minima di 3 mm;
4) Il simbolo “e” deve essere collocato nello stesso campo visivo dell’indicazione della quantità nominale;
5) È vietato l’apposizione di contrassegni che potrebbero generare confusione sul mercato con il marchio “e”. 

L’indicazione del peso:

1) La massa indicata sull’etichetta corrisponde alla massa nominale, deve essere indicata in grammi “g” o in kilogrammi “kg”;
2) Le unità di misura della massa nominale devono corrispondere a quelle del sistema SI e devono essere riprodotti in modo corretto;
3) L’altezza minima delle cifre indicanti la massa nominale risulta dalla seguente tabella:

 

 
 Massa nominale  Altezza minima
≤ 50 g   2 mm 
 > 50 g – 200 g  3 mm 
 > 200 g – 1.000 g  4 mm 
> 1.000 g   6 mm

 

Regole generali:

1) Tutte le indicazioni obbligatorie devono essere apposte in forma indelebile;
2) Tutte le indicazioni obbligatorie devono essere ben leggibili;
3) Tutte le indicazioni obbligatorie devono essere visibili nelle condizioni usuali di presentazione del preimballaggio;
4) Indicazioni metrologiche aggiuntive sono vietate.

 

B) Tabella per individuare la bilancia idonea per il controllo del contenuto dei preconfezionati

Peso nominale della confezione massima differenza in meno del preimballaggio divisione di verifica (e) della bilancia (min. 1/5 massima differenza) portata massima della bilancia con 3.000 divisioni classe di precisione della bilancia
100 g  4,5 g 0,5 g 1,5 kg III
200 g  4,5 % - 9,0 g 1,0 g 3,0 kg III
250 g  9,0 g 1,0 g 3,0 kg III
500 g 3,0 % - 15,0 g 2,0 g 6,0 kg III
1.000 g 15,0 g 2,0 g 6,0 kg III
2.000 g 1,5 % - 30,0 g 5,0 g 15,0 kg III

La bilancia deve recare fra l’altro l'indicazione dell'avvenuta verificazione prima o verifica CE e l'adesivo verde dell'avvenuta verificazione periodica.

Nel caso che l’adesivo dovesse mancare o la scadenza fosse raggiunta, è d’obbligo richiedere la verificazione periodica.

La verificazione periodica può essere eseguita da un laboratorio abilitato o dal Servizio metrico della Camera di commercio di Bolzano

 

C) Controllo semplificato del contenuto netto con la bilancia da parte del produttore

Condizione 1: la media dei pesi effettivi di tutti i preimballaggi (peso netto effettivo) NON può mai essere minore del peso nominale (peso indicato sull’etichetta).

Condizione 2: nessun peso netto effettivo deve essere minore della differenza massima consentita.

Condizione 3: tutti i preimballaggi devono essere provvisti di un sigillo che si distrugge nel caso di apertura.

Esempio:

10 preimballaggi recano il peso nominale di 500 g ciascuno, la bilancia di controllo ha pertanto una divisione di verifica (e) di almeno 2 g o migliore (vedi anche la "Tabella per individuare la bilancia idonea per i controlli dei preimballaggi" al punto B)):

 
 Vasetto numero peso nominale in g peso netto effettivo pesato in g

 1

 500  496
 2  500  508
 3  500  482 (!!!)
 4  500  494
 5  500  488
 6  500  510
 7  500  482 (!!!)
 8  500  508
 9  500  502
 10  500  498
     --------
 Totale    4.968

I valori indicati con (!!!) sono inferiori alla massima differenza in meno consentita di - 15 g (500 g - 15 g = 485 g)!!! Queste confezioni non possono essere posti in vendita!

Il valore medio = 4.968 g : 10 vasetti = 496,8 g. La media è inferiore al peso nominale di 500 g!!! Tutto il lotto di produzione non può essere posto in vendita!

Nascondi da menu: 
Testo destra: 

Contatto

Servizio Metrico

tel. 0471 945681

metrico@camcom.bz.it
metrology@bz.legalmail.camcom.it