Camera d commercio di Bolzano

Attività nel settore automobilistico

Rientrano nell'attività di autoriparazione i lavori di manutenzione e riparazione, la sostituzione, la modifica e la reintegrazione di tutti i componenti di veicoli e complessi di veicoli a motore, compresi i ciclomotori, i macchinari agricoli e rimorchi adibiti al trasporto su strada di persone e cose. Le riparazioni automobilistiche includono anche l'installazione di imianti e accessori fissi sguli stessi veicoli e complessi di veicoli a motore.

Non fanno invece parte delle riparazioni automobilistiche il commercio di automobili, il lavaggio, il rifornimento di carburante, la sostituzione del filtro dell'aria e dell'olio, la sostituzione dell'olio del motore e del cambio, nonché di altri liquidi lubrificanti o di raffreddamento. In tutti i casi queste operazioni sono eseguite nel rispetto delle normative sull'inquinamento atmosferico e sullo smaltimento dei rifiuti.

L’esercizio delle professioni del settore automobilistico è consentito solamente in officine idonee con sede fissa, che rispondano alle disposizioni vigenti in materia, in particolare a quelle della tutela dell’ambiente e della salute, della sicurezza stradale e della sicurezza sul lavoro, nonché alle vigenti disposizioni tecniche in materia di corretta riparazione di autoveicoli, tenuto conto delle indicazioni del costruttore. Fanno eccezione i lavori di manutenzione e riparazione di macchinari agricoli e macchine per movimento terra.

Il settore automobilistico comprende le seguenti professioni:

  1. meccatronico/meccatronica d'auto; 
  2. tecnico/tecnica carrozziere;
  3. gommista.

Può iniziare l'attività chi è in possesso di uno dei sottoelencati requisiti professionali ai sensi dell'art. 25 della legge provinciale n. 1/2008:

  • diploma di maestro artigiano nella relativa professione, oppure iscrizione nella prima sezione del ruolo degli artigiani qualificati di cui all’articolo 30 della legge provinciale 16 febbraio 1981, n. 3;
  • diploma di lavorante artigiano per la relativa professione e, successivamente, almeno 18 mesi di esperienza professionale come operaio qualificato o operaia qualificata, come familiare collaboratore, come socio collaboratore o come titolare in un’azienda del settore;
  • diploma finale di una scuola professionale almeno biennale con formazione teorico-pratica e, successivamente, almeno 24 mesi di esperienza professionale come operaio qualificato o operaia qualificata, come familiare collaboratore, come socio collaboratore o come titolare in un’azienda del settore;
  • diploma di scuola media superiore o laurea in una materia tecnica corrispondente e, successivamente, almeno 18 mesi di esperienza professionale come operaio qualificato o operaia qualificata, come familiare collaboratore, come socio collaboratore o come titolare in un’azienda del settore;
  • almeno sei anni di esperienza professionale nella relativa professione in un’azienda del settore come operaio qualificato o operaia qualificata, come familiare collaboratore, come socio collaboratore o come titolare.
  • (*) solo gommista: superamento dell'esame finale di un corso formativo per l'attività di gommista di durata minima di ore 50 ore di teoria e 25 di pratica e successivamente almeno 12 mesi di esperienza professionale in un'azienda del settore.

N.B. Ai sensi dell'art. 5 del regolamento di esecuzione relativo all'ordinamento dell'artigianato, il responsabile tecnico può svolgere tale attività solo per un'impresa. Per ogni unità produttiva è indispensabile la presenza di un responsabile tecnico.

Inizio dell'attività: le imprese di autoriparazione devono presentare la segnalazione certificata di inizio attività (scia) al Registro delle imprese nella cui provincia è collocata l'officina utilizzando la Comunicazione unica. La data di inizio attività deve coincidere con la data di presentazione della Comunicazione unica.

Le disposizioni valgono anche se le relative attività sono esercitate da imprese industriali oppure di servizio. In tal caso i rispettivi requisiti professionali possono essere dimostrati anche da dipendenti dell'impresa.

Se un'impresa non del settore di autoriparazioni si avvale di propria struttura interna per la manutenzione dei propri autoveicoli, deve iscrivere il responsabile tecnico, che con i propri requisiti professionali, abilita la struttura tecnica interna stessa.

Modulistica

Nascondi da menu: 
Testo destra: 

Contatto

Artigianato

tel. 0471 945643 - 646
artigianato@camcom.bz.it

Orari d'apertura

da lunedì a venerdì
ore 8.30 alle 12.15
pomeriggio chiuso