Camera d commercio di Bolzano
economia = futuro

Organismo di composizione della crisi da sovraindebitamento

Con la legge n. 3/2012 e il DM n. 202/2014 sono state introdotte in Italia delle procedure per affrontare situazioni di eccessivo indebitamento di piccole imprese, liberi professionisti, associazioni e privati cittadini. L'Organismo per la composizione della crisi da sovraindebitamento (OCC) della Camera di commercio di Bolzano offre la possibilità di attivare, nei casi previsti dalla legge, un procedimento per tentare l'esdebitazione. Queste procedure offrono l'opportunità ai debitori e alle debitrici di ristrutturare il proprio debito nel tentativo di esdebitarsi e poter così aspirare ad una ripartenza economica. Per accedere al servizio devono essere rispettate determinate condizioni.

Attraverso l'Organismo per la composizione della crisi da sovraindebitamento (OCC) la Camera di commercio rafforza e rende più sicuro il sistema economico locale. L'OCC fornisce alle persone e alle imprese interessate, che si trovano in una situazione di oggettivo e perdurante sovraindebitamento, e rappresentando quindi un elemento di debolezza nel mercato, un'assistenza imparziale, professionale e veloce. Con il Regolamento n. 1346/2000 del 29 maggio 2000 l'UE chiarisce che l'insolvenza di questi operatori economici può avere ripercussioni negative sul corretto funzionamento del mercato interno.

L'OCC fa parte del settore ”Giustizia alternativa“ della Camera di commercio di Bolzano e si rivolge a piccole imprese, imprese agricole, start-up innovative, liberi professionisti, associazioni e consumatori/consumatrici, per i quali non trovano applicazione le tradizionali procedure fallimentari previste dalla normativa di riferimento e che si trovano in una situazione di perdurante incapacità di far fronte con regolarità ai propri pagamenti.

In collaborazione con un “Gestore della crisi“ accreditato viene elaborato un piano concreto per la ristrutturazione del debito o per l'esdebitazione che tenga conto delle pretese dei creditori e delle creditrici. L'obiettivo è di soddisfare i creditori e le creditrici dando alla persona sovrindebitata nel contempo una seconda opportunità di ripartenza economica.

 

Le procedure

  • Proposta di accordo da sovraindebitamento
  • Piano del consumatore
  • Liquidazione del patrimonio

Requisiti del debitore per la composizione della crisi da sovraindebitamento

 

I costi

Acconto per lo svolgimento della procedura: 200,00 Euro oltre IVA, da versare sul c/c sotto specificato (allegare attestazione di versamento); il versamento può essere effettuato anche mediante Bancomat direttamente presso la segreteria dell'Organismo.

Deve essere allegata anche una marca da bollo da 16,00 Euro.

Il compenso all'Organismo è determinato in base alla quantità e alla complessità delle questioni affrontate, al numero dei creditori, all'entità del passivo e dell'attivo realizzato, ai sensi ed entro i limiti definiti dal regolamento e dal decreto del Ministero della Giustizia 25 gennaio 2012, n. 30 e successivi adeguamenti e modificazioni, sulla base dei seguenti parametri:

secondo una percentuale sull'ammontare dell'attivo realizzato, nelle seguenti misure:

  • dal 12% al 14% quando l'attivo non superi i 16.227,08.- Euro;
  • dal 10% al 12% sulle somme eccedenti i 16.227,08.- Euro fino a 24.340,62.- Euro;
  • dal 8,5% al 9,5% sulle somme eccedenti i 24.340,62.- Euro fino a 40.567,68.- Euro;
  • dal 7% al 8% sulle somme eccedenti i 40.567,68.- Euro fino a 81.135,38.- Euro;
  • dal 5,5% al 6,5% sulle somme eccedenti i 81.135,38.- Euro fino a 405.676,89.- Euro;
  • dal 4% al 5% sulle somme eccedenti i 405.676,89.- Euro fino a 811.353,79.- Euro;
  • dal 0,9% al 1,8% sulle somme eccedenti i 811.353,79.- Euro fino a 2.434.061,37.- Euro;
  • dal 0,45% al 0,9% sulle somme che superano i 2.434.061,37.- Euro;

secondo una percentuale sull'ammontare del passivo accertato, risultante dall'accordo o dal piano del consumatore omologato:

  • dal 0,19% allo 0,94% fino a 81.131,38.- Euro e
  • dallo 0,06% allo 0,46% sulle somme eccedenti tale cifra.

Coordinate bancarie:

Tesoreria camerale
Banca Popolare di Sondrio – Succursale di Bolzano
viale Duca d’Aosta 88 – 39100 Bolzano
IBAN IT24 O 05696 11600 000004060X88
BIC/SWIFT POSOIT22XXX (per bonifici dall‘estero)

Per facilitare e accelerare l'identificazione dei pagamenti si rende necessaria l'indicazione precisa della causale di pagamento.

 

Riferimenti normativi e documenti:

Nascondi da menu: 
Testo destra: