Camera d commercio di Bolzano
economia = futuro

Mediazione

Mediazione civile e commerciale ai sensi del D.lgs. n. 28 del 04.03.2010

Il Servizio di mediazione della Camera di commercio di Bolzano è iscritto dal 16.03.2010 al n.75 del registro degli organismi deputati a gestire tentativi di conciliazione ai sensi del D.Lgs. 04/03/2010 n. 28 nonché del Decreto d'attuazione 18 ottobre 2010, n. 180.

Ai sensi dell’art. 5 comma 1-bis del decreto legislativo n. 28 del 04.03.2010 e successive modificazioni l’incontro informativo è obbligatorio (c.d. mediazione “obbligatoria”) nelle materie seguenti:

  • Diritti reali
  • Comodato
  • Divisione
  • Affitto d’azienda
  • Successione ereditaria
  • Patti di famiglia
  • Locazione e affitto
  • Contratti bancari e finanziari
  • Contratti assicurativi
  • Risarcimento del danno da responsabilità medica e sanitaria
  • Risarcimento del danno da diffamazione a mezzo stampa o con altro mezzo di pubblicità

ATTENZIONE: L’Organismo di mediazione della Camera di commercio non gestisce procedimenti di mediazione relativi alla materia condominio.

Inoltre è possibile esperire su base volontaria procedimenti di mediazione vertenti su qual­siasi materia (articolo 2, d.lgs. 04.03.2010, n. 28 e successive modificazioni), nonché le mediazioni disposte dal giudice (ai sensi dell’articolo 5 comma 1-bis oppure articolo 5 comma 2, d.lgs. 04.03.2010, n. 28 e successive modificazioni) e nei casi in cui è prevista un’apposita clausola contrattuale.
 

Descrizione del procedimento:

L’assistenza di un avvocato è necessaria nelle mediazioni in cui l’incontro informativo è obbligatorio e in quelle disposte dal giudice in corso di causa. Nei casi di mediazione facoltativa le parti possono scegliere se farsi assistere o meno da un legale. 

Ai sensi della deliberazione della Giunta Camerale n. 3 del 10.01.2011 il responsabile dell’Organismo di mediazione nomina i mediatori su raccomandazione del collegio arbitrale (composto da sette membri). Il collegio arbitrale viene convocato circa ogni due settimane.

La nomina del mediatore e l’invito al primo incontro informativo obbligatorio/non obbligatorio vengono comunicati dalla Segreteria alle parti e, se conosciuti, ai rispettivi legali.

Dopo l’espletamento dell’incontro informativo obbligatorio/non obbligatorio le parti decidono, insieme ai loro avvocati, se vogliono aderire alla mediazione. Se decidono di continuare la mediazione, si prosegue l’incontro  ed in caso di bisogno si possono fissare ulteriori sedute.  Al momento dell’apertura della mediazione saranno dovuti i costi all’Organismo di mediazione (vedasi il punto tariffe). Qualora le parti dovessero trovare con l’ausilio del mediatore una soluzione, questa formerà il verbale di accordo; se invece non si raggiunge un accordo, il verbale menzionerà solo il fallito tentativo di mediazione.

Se all’esito dell’incontro informativo obbligatorio/non obbligatorio le parti decidono di non avviare la mediazione sono dovute solo le spese di avvio (vedasi il punto tariffe).

 

Riferimenti:

Regolamento di Mediazione

Linee guida per il tirocinio

Elenco dei mediatori

Nascondi da menu: